Social Network

Oggi vediamo quali sono le caratteristiche principali che deve avere una pagina social di un Bed and Breakfast e a quali criteri deve rispondere.

Partiamo da Facebook: se si possiede uno spazio su questo social network, la prima cosa da fare è cercare di stimolare i propri ospiti a mettere un "mi piace" sulla propria pagina. Le acquisizioni su Facebook possono avvenire in tanti modi: attraverso annunci pubblicitari, il passaparola o anche campagne di acquisizione. Tuttavia, è sempre meglio avere dei liker reali piuttosto che una pagina con tantissimi seguaci e le camere del proprio B&B vuote, perché magari il pubblico coinvolto non è in target.

Gestire una pagina Facebook non è semplice, perché spesso l'interazione è serrata e la moderazione richiede l'impiego di tempo. Una pagina curata si vede anche dalla tempestività con la quale l'amministratore risponde alle domande degli utenti. Se si lascia passare toppo tempo, c'è il rischio di creare una disaffezione. Se l'interazione su Facebook rappresenta il primo contatto con un potenziale cliente, non è saggio rispondere con troppo ritardo.

Il linguaggio da utilizzare sui social network deve essere sobrio e informale, e ispirare quel senso di familiarità che un B&B, per sua natura, spesso trasmette. "Cortesia" deve essere la parola d'ordine, anche quando si ci si trova a rispondere a critiche negative. Inoltre, si può consentire agli utenti non solo di commentare i post, ma anche di aggiungere le foto del proprio soggiorno.

In più, per mantenere vivo l'interesse è possibile organizzare concorsi vari, dai contest di fotografia a quelli di poesia, stando attenti a conformarsi alle normative previste in questi casi, offrendo in premio, magari, una cena in una struttura partner, un ingresso in un centro benessere, una visita nei musei o tutto ciò che la fantasia e le partnership che hai stretto ti consentono di offrire come premio.

Sicuramente in questo modo avrai l'opportunità di attirare l'attenzione e, allo stesso tempo, di mantenere vivo l'interesse dei tuoi liker, senza dimenticare di offrire sempre un pretesto nuovo per prenotare un soggiorno nel tuo Bed and Breakfast.

Cosa condividere sulle proprie pagine social? Sicuramente foto tenere e frasi ironiche potrebbero strappare una condivisione o un "mi piace" facile, ma influenzano il processo di prenotazione? Sicuramente no! Allora servono contenuti persuasivi, dove per "contenuti" si intendono non solo testi ma anche foto e video. Inoltre, se si possiede un blog collegato alla propria attività, condividere i post che parlano del territorio e degli eventi che vi si svolgono può essere un buon modo per offrire agli utenti informazioni ed esperienze che possono essere realmente utili e stimolare a visitare quei posti favorendo la prenotazione.

Se si possiede un account Twitter, si possono twittare post e foto riguardanti il B&B e favorire così il passaparola. Non deve passare inosservato neanche Google+, un social network che è stato spesso sottovalutato, ma che in realtà può aiutare il posizionamento, soprattutto per quanto riguarda le ricerche localizzate. Anche su quest'ultimo è possibile condividere foto, testi, immagini e video.

Bisogna considerare anche altri tipi di social, ossia quelli che raccolgono prevalentemente immagini. Direttamente collegato a Google + è Picasa, che consente di condividere immagini, apporre tag e anche modificare i contenuti attraverso una gamma di effetti che possono valorizzare al meglio le foto.

Sempre dedicato alle immagini è Pinterest, che consente di organizzare le immagini stesse in album virtuali. Attraverso Pinterest è possibile offrire una panoramica completa della propria struttura ricettiva, magari dedicando un album alle camere, uno all'allestimento della sala colazione, oppure ai panorami e alle caratteristiche del luogo dove si trova il B&B: in questo modo si può utilizzare il social network a fini promozionali, offrendo un messaggio accattivanti anche dal punto di vista visivo.

Nella gestione di qualsiasi social network, la differenza la fa sempre la capacità di risultare coinvolgenti, così da trasportare l'utente e renderlo interessato ai contenuti proposti. Se stai pensando di aprire una pagina social di qualsiasi tipologia, devi sempre ricordare che la differenza la fa il lavoro costante: avere una pagina inanimata equivale ad avere le camere vuote!

Assicurarsi di avere la persona giusta per la gestione del social, se non lo si può fare in prima persona, ovviamente può essere un fattore decisivo. Al giorno d'oggi, per intercettare una clientela sempre più interessata e in target, l'utilizzo dei social network può rappresentare un ottimo viatico per avere un continuo ricambio nel proprio albergo, farsi conoscere e fidelizzare la clientela.

28 Maggio 2015 | Notizie utili
Filtra per anno