Come superare in modo ottimale i controlli di Airbnb sugli alloggi

Rinnovare arredi e complementi del proprio B&B per offrire il massimo comfort agli ospiti
Il CEO di Airbnb, Brian Chesky, ha recentemente anticipato una massiccia operazione che coinvolgerà l’intera piattaforma e gli annunci su essa pubblicati. Si procederà, cioè, a un controllo delle strutture iscritte ad Airbnb: un team di esperti verificherà la pulizia dei locali, la sicurezza degli impianti e la presenza di tutti i complementi necessari per garantire agli ospiti un soggiorno confortevole. L’obiettivo è smascherare quelle attività ricettive che si presentano con informazioni e fotografie fasulle per far cadere nella propria trappola gli ignari turisti.

I gestori e i proprietari dei B&B non devono farsi trovare impreparati: è essenziale effettuare un vero e proprio check-up della struttura, dagli impianti ai mobili del B&B fino ai prodotti offerti per la colazione. 
La piattaforma include circa 7 milioni di proposte di alloggio, ma stando alle dichiarazioni di Chesky non sarà tralasciato alcun annuncio. Gli alberghi, i Bed & Breakfast e le altre strutture di questo tipo verranno passate al setaccio, sia da remoto sia con controlli sul posto. 

La parola d’ordine è fiducia: i viaggiatori devono poter fare affidamento su ciò che leggono in rete, senza paura di incappare in qualche strutture non altezza.
 

Il caso di Zoe Reeve

L’iniziativa nasce da una situazione ben precisa, ovvero la vicenda della malcapitata Zoe Reeves. La turista inglese, in cerca di una sistemazione a New York, si è affidata al servizio di Airbnb ed è finita in un sottoscala piccolo e buio, con un materasso gonfiabile al posto del letto: naturalmente, la donna ha subito provveduto a fare un video per testimoniare l’accaduto. 

Un evento del genere purtroppo non è raro, e proprio per rimediare al problema il CEO della piattaforma ha dato avvio alla maxioperazione. Niente più hotel fatiscenti spacciati per edifici di lusso, niente più annunci di attività inesistenti (è capitato anche questo): l’ispezione durerà circa un anno, ed entro il 15 dicembre 2020 il sito sarà “depurato” dai tentativi di truffa.
 

Le prime misure e l’Airbnb Guest Guarantee

La mossa iniziale, chiamata da Chesky Airbnb Guest Guarantee, consiste in una sorta di assicurazione a favore dei turisti. Secondo il programma, agli ospiti non soddisfatti sarà proposta una valida alternativa allo stesso prezzo. Qualora ciò non sia possibile, si procederà al rimborso dell’intera spesa. 

Coloro che viaggiano potranno contattare dei numeri appositi, per comunicare con un referente che risolverà qualsiasi problema legato al soggiorno. Sono circa 2 milioni gli individui che adoperano Airbnb per individuare l’albergo o il B&B ideale: un numero altissimo, che rende ancora più urgente l’intervento voluto da Chesky. 

Come superare le verifiche Airbnb: strutture funzionali e curate, arredi e complementi di qualità

Il settore turistico si basa in gran parte sulla soddisfazione degli utenti. Chi si ferma in un Bed & Breakfast, che sia per una settimana o per un mese, deve avere una serie di garanzie connesse all’igiene e alla sicurezza: in caso contrario, le recensioni negative iniziano a circolare su internet e ad influenzare l’immagine e la fama della struttura.

È fondamentale che chi gestisce un B&B presti attenzione a ogni elemento, dallo stato complessivo dell’edificio alla cura dei dettagli. L’arredo deve trasmettere sensazioni di comfort, calore e protezione, affinché gli ospiti si sentano a proprio agio in qualunque contesto. 

Bisogna controllare che l’impianto elettrico e quello idrico funzionino bene, che la biancheria sia cambiata con regolarità, che gli ambienti siano aerati e profumati e il cibo sia di prima qualità. È indispensabile che tutti gli articoli presenti nelle stanze siano ecologici e atossici, realizzati nel rispetto di tutte le normative.

È importante, quindi, selezionare mobili fabbricati con materiali ecosostenibili, attrezzature all’avanguardia, prodotti per la pulizia anallergici e set cortesia eco-friendly. Ogni locale deve essere a norma di legge, dalle camere da letto alla reception, dalla sala colazione ai bagni. Questi ultimi vanno dotati di sanitari e apparecchi di ultima generazione, studiati per il risparmio energetico e per la comodità degli ospiti: pensiamo, per esempio, al soffione per doccia con getto regolabile, o agli asciugacapelli da parete a basso impatto ambientale.

Ancora non sono chiare le modalità del controllo di Airbnb, ma i proprietari delle attività devono fare tutto ciò che è in loro potere per superare a pieni voti la maxioperazione e, ancor di più, regalare ai turisti una vacanza perfetta. Il rapporto tra domanda e offerta, in questo settore come in tutti gli altri, va costruito sulla fiducia.
04 Dicembre 2019 |
Filtra per anno